A Cusano una mostra su uomini e fabbriche

0
233

Cinquanta anni fa a Cusano Milanino nelle dieci fabbriche principali lavoravano quasi 5000 persone. E poi dappertutto c’era una miriade di piccole fabbriche, officine, artigiani. La fabbrica era lavoro e il lavoro era la fabbrica. A Cusano come dovunque nel Nord Milano. Sull’esempio della Bicocca e di Sesto S.Giovanni e prima ancora della Bovisa, la fabbrica ha segnato il nostro territorio e la nostra vita per gran parte del ‘900.
Oggi i luoghi di quel lavoro sono in gran parte scomparsi. Questo progetto è nato perché non scompaia anche la loro memoria, per tenerla viva come parte integrante delle radici della nostra comunità: per chi vi ha lavorato, per chi è arrivato dopo, per chi ha vissuto la stessa esperienza altrove. Quand fischiava el fabricòn, il titolo della mostra, vuole ricordare come le sirene della Gerli e della Fongaro, due importanti fabbriche cusanesi, non segnavano solo l’inizio dei turni in fabbrica, ma scandivano la giornata di tutta Cusano Milanino. La mostra, con più di 200 fotografie di immagini raccolte dall’Archivio Storico di Cusano Milanino, ha luogo alla Cascina E. Ferrario, via Clerici n. 150, Sesto San Giovanni, Parco Nord dal 23 aprile al 4 giugno 2017, tutti i sabati e le domeniche, 10:30-12:30 14:30-18:30,. Accompagnano la mostra le video interviste ad alcuni testimoni che raccontano la loro esperienza in fabbrica e un libro che non è solo il catalogo della mostra, ma racconta anche un po’ di storia. Libro e Dvd sono disponibili presso la mostra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here