Caso Palasesto out agli islamici: per Caponi nessun cambiamento

0
89

Il caso della mancata autorizzazione dell’amministrazione ad utilizzare il palasesto per la preghiera islamica econumeica del prossimo 10 settembre continua ad infiammare la città. Il centrosinistra ha accusato il sindaco e la Giunta, compresa la lista civica di Caponi vicesindaco, di negare la libertà di culto, ma i civici non ci stanno e continuano a rubadire la volontà di dialogo ma nel rispetto delle regole. «E’ triste e vergognoso vedere come, in modo assolutamente strumentale, alcuni soggetti continuino a fare campagna elettorale ad elezioni terminate; trattare temi come la libertà di culto per colpire l’avversario generando odio è da irresponsabili- scrivono Caponi e i suoi La Coalizione Civica è sempre stata per il dialogo e lo abbiamo sempre ribadito in ogni sede,ma bisogna distinguere tra la vicenda urbanisticaamministrativa dell’insediamento di via Luini e il tema della libertà di culto, che non viene e non deve essere negata a nessuno dei residenti sestesi e per la quale ci batteremo in ogni sede e con ogni forma, indipendentemente dalla fede religiosa in gioco.Su nostra richiesta è stato inserito in calendario la convocazione di un tavolo interreligioso, di
confronto tra tutte le fedi presenti sul territorio e lavoreremo, come sempre fatto, per favori
re dialoghi costruttivi: la libertà di religione non deve essere messa in discussione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here